premiazioni 10/11

Premiati i migliori progetti della quarta edizione di Coopyright
Ambiente, energie rinnovabili e arte protagonisti degli elaborati dei giovani “virtuali” cooperatori

Si è tenuta il 25 maggio 2011 presso la Sala Topazio della Camera di Commercio di Bologna, la premiazione della quarta edizione di Coopyright – Inventa una cooperativa. Sette le classi in gara in questa edizione, oltre 150 gli studenti che dal mese di ottobre sono stati seguiti dagli esperti messi a disposizione da Legacoop e Confcooperative Bologna e da numerose cooperative che hanno aderito all’iniziativa.
«Coopyright è un’iniziativa formativa che si traduce in un’occasione di confronto, scambio e crescita – commenta Ethel Frasinetti, Direttore Generale Legacoop Bologna.Il concorso si prefigge l’obiettivo di creare un modello di cooperazione ‘applicata’, che fa conoscere agli studenti la cooperazione non solo come dato storico ed economico, ma anche come cultura imprenditoriale, sperimentando quei principi di mutualità e solidarietà distintivi del nostro territorio e che trovano espressione nelle più varie forme imprenditoriali. Oggi abbiamo avuto, ancora una volta, dimostrazione di quanto possa essere attuale, stimolante ed esteso l’orizzonte delle possibilità offerte dal mondo cooperativo».

Gli istituti partecipanti hanno realizzato progetti per la sezione COOPYRIGHT IMPRESA che premia la miglior idea di impresa cooperativa.
La classe 4°AP ITCS Gaetano Salvemini ha presentato il progetto della cooperativa di produzione e lavoro BioPacle Cooperativa, che raggruppa attività agricole, sociali e culturali innovative e legate alle tradizioni del posto. 
La classe 3°A Aldini Valeriani Sirani ha ideato la Cooperativa di lavoro multi-servizi La Formica che si occupa di servizi per la casa e servizi per animali e piante.
La 3°A del Liceo Laura Bassi ha proposto la cooperativa sociale S…portami via!!! la cui principale attività è quella di assemblare borse ecologiche con materiali di recupero, reintegrando nell’attività ex detenute, soggetti annoverati tra le categorie “svantaggiate”, tra le meno presenti nel reinserimento lavorativo.
La 4°C del Liceo A.B. Sabin ha presentato un progetto di nido aziendale chiamato La Culla dei Sogni, soluzione innovativa nell’ambito dei servizi educativi alla prima infanzia.
La classe 2°B del Liceo Classico Luigi Galvani ha illustrato il progetto 2BE relativo alla gestione di un locale per giovani che garantisca diverse forme di intrattenimento, alternando giornate dedicate alla cultura e all’arte a serate all’insegna dello svago e del divertimento.
Le classi 4°A, 4°B e 4°C  dell’ ITAS A. Serpieri hanno presentato il progetto Stercotempo Net, impresa del settore agro-ambientale ed educativo che opera nel consolidamento di una piattaforma tecnologica per la produzione di compost. 
L’Istituto Professionale Marcello Malpighi – sede di San Giovanni in Persiceto – ha infine proposto l’EcoMixPark, una cooperativa che si prefigge l’obiettivo di costruire e gestire un parco tematico sul fumetto, che sfrutti energie alternative, a basso impatto ambientale grazie all’uso del riciclaggio dei materiali.

I promotori di Coopyright hanno messo a disposizione per le scuole un montepremi complessivo di 9.500 euro spendibili dalla classi per finalità didattiche collettive. La commissione di valutazione ha assegnato a ciascuna delle sette classi partecipanti un premio di 1.000 euro per aver consegnato i progetti nei tempi e nei modi corrispondenti ai criteri contenuti nell’apposito Regolamento e ha inoltre deciso di assegnare:

- il premio di ulteriori 1.000 euro, per un totale di 2.000 euro, per l’idea imprenditoriale più originale all’Istituto Professionale Marcello Malpighi – sede di San Giovanni in Persiceto – che ha presentato il progetto EcoMixPark, con la seguente motivazione: “Per aver individuato una modalità di valorizzazione delle peculiarità del  territorio attraverso un processo cooperativo di attivazione delle risorse presenti”;

- il premio di ulteriori 1.000 euro, per un totale di 2.000 euro, all’idea imprenditoriale più innovativa in termini di prodotto alla 3°A del  Liceo Laura Bassi di Bologna che ha presentato la cooperativa sociale S…portami via!!!, con la seguente motivazione: “Per aver coniugato la socialità di una cooperativa di inserimento lavorativo con l’individuazione di un prodotto innovativo e di grande attualità”.

Infine, la commissione ha deciso di attribuire una menzione speciale e ulteriori 500 euro, per un totale di 1.500 euro, all’idea imprenditoriale con maggior ricaduta sociale sul territorio in termini di sostenibilità, alle tre classi dell’ITAS A.Serpieri che hanno presentato il progetto Stercotempo Net.

Inoltre gli elaborati dell’Istituto Salvemini e dell’ITAS A.Serpieri verranno segnalati alla Rete Regionale Bellacoopia, concorso promosso da Legacoop Emilia-Romagna, che assegnerà ulteriori premi fra i lavori che più si saranno distinti nei diversi concorsi provinciali per le migliori caratteristiche di sostenibilità e/o responsabilità sociale.

Modifica

I commenti sono chiusi.